lunedì 30 gennaio 2012

Il cavaliere oscuro (2008)

Ho aspettato la bellezza di quattro anni ma finalmente ho visto anche io il pluriosannato Il cavaliere oscuro (The Dark Knight), diretto nel 2008 dal regista Christopher Nolan. Ho solo una domanda da porre alla fine della visione... E quindi?!


Trama: mentre il procuratore Harvey Dent si impegna per mettere tutti i criminali in galera, il Joker decide di allearsi con le gang di Gotham City, mettendo a ferro e fuoco la città con un unico scopo: costringere Batman a togliersi la maschera, prima di ucciderlo.


Why so serious? Ovvero, perché questo film è universalmente considerato un capolavoro? Ovvio che non è al livello degli orrendi Batman Forever e Batman & Robin di Schumacher, ma Heath Ledger a parte Il cavaliere oscuro è un film moscio, noioso e insignificante come pochi. A dire il vero, non mi aveva entusiasmato neppure Batman Begins e adesso ho capito cosa c'è che mi "turba" in questi film, ovvero il fatto che sono semplicemente dei thriller con dei personaggi dei fumetti all'interno. Banalissime pellicole che, per venire girate, non necessiterebbero di essere ambientate nell'universo di Batman, perché qualsiasi altra ambientazione andrebbe bene. Forse il mio problema è che preferisco un uomo pipistrello leggermente più camp, più fantasioso, più trash o, al limite, assolutamente estremo, dark fino a sfiorare l'horror. Per me il Cavaliere Oscuro ha sempre avuto questa valenza e la perfezione in tal senso la toccava quella splendida serie a cartoni animati degli anni '90, quella la cui sigla recitava "E' l'uomo pipistrello/ è Batman / Si avvolge nel mantello / E' proprio Batman", serie che mi aveva fatta innamorare del Joker, di Harley Quinn, di Poison Ivy, di tutti quei villain apparentemente "innocui" nell'aspetto, ma folli da morire, terrificanti.


Ed effettivamente, l'unico personaggio del film che potrebbe rientrare nel mio ideale di "malvagio" è proprio il Joker di Heath Ledger, che pur deve solo leccar le scarpe alla genialità infusa da Jack Nicholson nel primo Batman di Tim Burton. Questo freak dalle guance tagliate, con i suoi schiocchi di lingua, il trucco messo alla bell'e meglio e la parlata da pazzo è infatti l'unica cosa che salva Il cavaliere oscuro dalla camurrìa assoluta e dalla mancanza di carisma di un Christian Bale assolutamente inadatto per il ruolo del protagonista. Harvey Dent non sarebbe male, soprattutto nella prima parte del film è sicuramente l'elemento più interessante, soprattutto per chi conosce la storia e si chiede quando e perché questo infallibile e ligio procuratore diventerà il malvagio Due Facce. A dire il vero, proprio la causa scatenante della sua trasformazione è l'unica sequenza della pellicola ad avermi scossa anche emotivamente, dandomi una bella svegliata dopo la prima comparsa del Joker (sì perché dopo un po' anche lui, con i suoi discorsi interminabili e inconcludenti, comincia a venire a noia...), ma alla vista del trucco del nuovo villain mi sono caduti i sentimenti. Qui lo dico e qui lo nego: era trecento volte meglio la faccia del pur imbarazzante Tommy Lee Jones di Batman Forever piuttosto che 'sto mezzo scheletro fatto al computer.



Quindi, in definitiva, non so mica se andrò a spendere dei soldi per l'imminente Il cavaliere oscuro - Il ritorno. Per carità, la maestria di Nolan si vede subito, fin dalla prima sequenza della rapina, i movimenti della macchina da presa sono sicuramente una gioia per gli occhi e rendono Il cavaliere oscuro un film tecnicamente ineccepibile, da togliersi il cappello. Voto dieci anche alle scenografie (soprattutto alla "bat caverna" sotterranea, un trionfo di neon bianchi) e a tutti gli aggeggi usati da Batman ma, se non vengo presa dalla trama e se, in particolare per questo genere di film, subentra anche la noia, non posso dare giudizio positivo. Nemmeno quando basterebbe la sola presenza del caustico e flemmatico Michael Caine nei panni di Alfred a donar luce all'intera pellicola. Decisamente, almeno per me, un film troppo sopravvalutato e buono solo per i fan "duri e puri" dell'uomo pipistrello. Gli altri, si astengano.


Del regista Christopher Nolan ho già parlato qui, mentre Michael Caine (Alfred), Maggie Gyllenhaal (Rachel), Gary Oldman (il commissario Gordon), Morgan Freeman (Lucius Fox) Cillian Murphy (lo Spaventapasseri) ed Eric Roberts (Maroni) li trovate ai rispettivi link.

Christian Bale (vero nome Christian Charles Philip Bale) interpreta Bruce Wayne/Batman. Sicuramente uno dei miei attori preferiti, quando non recita nei panni dell'Uomo Pipistrello, lo ricordo per film come L'impero del sole, Piccole donne, Ritratto di signora, il bellissimo ed introvabile L'agente segreto, Velvet Goldmine, Sogno di una notte di mezza estate, American Psycho, l'orrido Il mandolino del capitano Corelli, Equilibrium, L'uomo senza sonno, Batman Begins, The Prestige e The Fighter (per il quale ha vinto l'Oscar come migliore attore non protagonista), inoltre ha doppiato la versione USA de Il castello errante di Howl. Gallese, anche produttore, ha 38 anni e tre film in uscita.


Heath Ledger interpreta il Joker. Australiano, lo ricordo soprattutto per film da me poco apprezzati come 10 cose che odio di te, I fratelli Grimm e l'incantevole strega e I segreti di Brokeback Mountain (so che ce ne sono parecchi altri, ma non li ho visti quindi non li cito u__u), inoltre ha partecipato alla soap Home & Away. E' morto di overdose nel 2008, all'età di 28 anni e l'anno dopo ha ottenuto l'Oscar postumo come miglior attore non protagonista proprio per Il cavaliere oscuro.


Aaron Eckhart interpreta Harvey Dent. Americano, ha partecipato a film come Ogni maledetta domenica, Erin Brockovich e The Rum Diary. Anche produttore, ha 44 anni e quattro film in uscita.


Nestor Carbonell (vero nome Néstor Gastón Carbonell) interpreta il sindaco. Più conosciuto come il mascaratissimo Richard Alpert di Lost, ha partecipato a serie come Law & Order, Melrose Place, Scrubs, Dr. House, Cold Case e Ringer, oltre ad aver doppiato episodi di Kim Possible e I pinguini di Madagascar. Americano, anche sceneggiatore e produttore, ha 45 anni e tre film in uscita, tra cui Il cavaliere oscuro - Il ritorno.


Anthony Michael Hall (vero nome Michael Anthony Thomas Charles Hall) interpreta Mike Engel. Americano, lo ricordo per film come Edward mani di forbice e per serie come La signora in giallo, La zona morta e CSI: Miami. Inoltre, ha doppiato un episodio di American Dad!. Anche, ha anni e due film in uscita, tra cui l'ultimo film con Seth Green, Sexy Evil Genius.


Effettivamente, non lo ricordavo, ma in Batman Begins nel ruolo di Rachel c'era quella cretinetti di Katie Holmes, che ha rifiutato di riprendere la parte. Tra le candidate per sostituirla c'è erano pronte Sarah Michelle Gellar e Rachel McAdams, ma siccome la Gyllenhaal, tra tutti gli attori del film, è una dei più bravi, direi che la scelta è stata saggia. In compenso, non mi avrebbe fatto schifo vedere Liev Schreiber nei panni di Harvey Dent. Se Il cavaliere oscuro vi fosse piaciuto, vi consiglio di vedere Batman Begins e Batman, nell'attesa del 29 agosto, quando uscirà Il cavaliere oscuro - Il ritorno. Ah, e aspettatevi l'ennesimo reboot dell'intera saga nel 2015. Cheppalle. ENJOY!

26 commenti:

  1. Dai però l'harvey dent di aron heckart è spettacolare! cmq credo che il film sia qualcosina in più di un semplice thriller: l'ho trovato molto profondo, in particolare nello scandagliare in profondità l'animo umano, l'ambivalenza del bene e del male, l'anarchia e la forza bruta che sono parte di ognuno di noi e che vengono fuori quando "le cose non vanno secondo i piani"; c'ho visto anche delle interessanti riflessioni sul tema della giustizia, del potere, insomma l'avrai capito che a me sto film è piaciuto proprio tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Harvey Dent, col Joker, Alfred, Gordon e Rachel, è uno dei pochi che si salva e l'unico che mi è piaciuto fino alla fine. Ma il trucco non si poteva guardare.
      Riguardo quel che dici, sai cosa penso? Che è giustissimo, ma che Il cavaliere oscuro è troppo, troppo verboso, spiattella quello che dovrebbe essere solo percepito e non spiegato tipo bignami. Tutte le cose che dici sono sviscerate molto meglio in Watchmen, secondo me.

      Elimina
  2. Questa volta mi hai fatto del male, lo ammetto (anche se concordo su Bale)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace, ma sono sincera ç__ç

      Elimina
  3. Dopo questo post mi sento meno sola.
    Ti tifo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo la tua risposta mi sento meno sola io!! XD

      Elimina
  4. Apprezzo la sincerità (oh,se un film non piace non piace)ma ahi...questa volta dissento a piene manone. A suo tempo l'ho trovato cupo, ben fatto e ancor meglio interpretato.Heath Ledger, poranima semplicemente superlativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, il mondo del cinema è bello perché nessuno ha le stesse impressioni su un film ^__^
      D'altronde, quando ho scritto la recensione, sapevo che il 90% dei blogger che mi seguono non sarebbero stati d'accordo!!

      Elimina
    2. Guarda, se riesco in fine settimana posto la recensione di Shame...personalmente l'ho trovato deludentissimo, ma son convinta che anche lì ci saranno pareri contrastanti..

      Elimina
    3. Beata te che sei riuscita a vederlo!!
      Io dovrò recuperarlo prossimamente :P
      Però leggerò volentieri la tua recensione!

      Elimina
  5. l'unico batman che mi sia mai piaciuto è quello che al MOTEL ASCOT ha legato la sua segretaria al letto e poi si è gettato su di lei,inciampando andando a sbattere e svenend sulla poveretta
    sono dovuti intervenire i pompieri!Mitici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo mi manca, sono sincera XDXDXD

      Elimina
    2. perchè non sei di Lissone,la cattolica e legaiola Lissone!^_^

      Elimina
  6. "Questo freak dalle guance tagliate, con i suoi schiocchi di lingua, il trucco messo alla bell'e meglio e la parlata da pazzo è infatti l'unica cosa che salva Il cavaliere oscuro dalla camurrìa assoluta e dalla mancanza di carisma di un Christian Bale assolutamente inadatto per il ruolo del protagonista."
    E con questo hai già detto tutto...

    RispondiElimina
  7. Ciao!
    Devo rivedere questo film ma onestamente a me non è piaciuta la sceneggiatura del film a due "facce" e poi le scene d'azione un pò scarsine......
    insomma la classe di Nolan c'è, ma la sceneggiatura dov'è?
    il primo film di Nolan su Batman non l'ho ancora visto....
    Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente l'assenza di scene d'azione mi turba poco, ma la sceneggiatura l'ho trovata invece molto dettagliata anche se poco "sentita", un po' fredda.

      Buon inizio di settimana!

      Elimina
  8. Io sono un fan di Nolan e ho apprezzato moltissimo questo film, soprattutto per il taglio filosofico dato ai dialoghi.
    Tuttavia mi piacciono molto anche i due Batman diretti da Tim Burton.

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questi punti credo sia davvero solo questione di come una persona si aspetta i film di Batman.
      Essendo tanto legata a quelli di Burton, credo sia normale che l'approccio "Nolaniano" mi abbatta, per quanto riconosca la sua bravura come regista. Purtroppo però i dialoghi erano davvero "troppo", e troppo sviscerati... insomma, quelli che io chiamo "spiegoni"! XD

      Grazie per essere passato!

      Elimina
  9. non sono d'accordo... a parte il fatto che il film mi è piaciuto da morire e che adoro christian bale... non concordo sul fatto che la Gyllenhaal reciti molto meglio di rachel mcadams... rachel mcadams è un gradino più in alto come recitazione... ho visto molti suoi film e ne sono certa... e poi... io maggie non l'ho trovata molto brava nel film... non mi è dispiaciuta... ma neanche mi ha fatto impazzire... comunque non vedo l'ora di vedere la hathaway in azione ne il cavaliere oscuro - il ritorno... la adoro!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Hataway mi piace ma, se non sbaglio, interpreterebbe Catwoman, quindi siamo sempre lì: adoro la Pfeiffer e per me l'unica Catwoman è lei ^^
      Comunque non ho detto che la Gyllenhaal recita meglio della McAdams, solo che come scelta di casting l'ho trovata molto azzeccata. D'altronde, adoro Sarah Michelle Gellar, per esempio, che era un'altra delle candidate al ruolo!
      Comunque immaginavo che sarei andata contro a un "mito", quando ho scritto la recensione...! Però davvero non me la sento di apprezzare qualcosa che a me non è piaciuto.

      Elimina
  10. Ho visto il film proprio oggi e devo dire che la penso esattamente come te. Il film è noiosissimo, lento e davvero l'unico elemento degno di nota è proprio il povero Heath Ledger (che comunque sta molti passi indietro rispetto al fantastico Joker impersonato da Jack Nicholson). Inoltre ho trovato particolarmente irritante la voce di Claudio Santamaria che doppia peggio che male Christian Bale (ma da quando fa il doppiatore??). Insomma per me un film decisamente sopravvalutato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho avuto la fortuna di vederlo in lingua originale, quindi Santamaria me lo sono persa, per il resto non l'ho trovato davvero niente di speciale.
      Per dover di completezza, però, andrò a vedere anche la terza pellicola.

      Elimina
  11. Sono tre Film con la F maiuscola! Non comprendo tanta avversione! Stasera ho visto il ritorno e mi è piaciuto moltissimo, quindi ti dico che aspetto con ansia il IV capitolo x vedere in azione anche Robin!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, più che avversione è la consapevolezza che, almeno per me, l'approccio "realistico" di Nolan non è stato il più adatto a trattare il tema di Batman... preferisco versioni più gotiche, ironiche e persino trash! Ma ovviamente sono gusti personali ^_*
      Aggiungo che i primi due episodi mi hanno annoiata parecchio, mentre quest'ultimo mi ha invece emozionata.
      Quanto ad un quarto capitolo, mi pare di aver capito che Nolan ha inteso la serie come trilogia, quindi per vedere in azione Robin temo dovrai aspettare che qualcuno si decida a "reebotare" (che brutta parola!) la serie.

      Elimina
  12. Un po' in ritardo mi accodo alla lista di persone che dissentono! Secondo me Christian Bale era azzeccato nel ruolo del protagonista, se non fosse per l'orrendo doppiaggio di Santamaria, ma a pensarci bene nonostante il titolo, non è Batman il protagonista de "Il Cavaliere Oscuro". In effetti se fosse stato Batman il protagonista sarebbe stato forse noioso, il solito film che segue le gesta del beniamino di turno. Invece è l'intera Gotham City a essere protagonista, con i suoi abitanti, i suoi eroi, i suoi antieroi, i criminali, la giustizia/non giustizia, ecc.. Per chi ama i film d'azione ci sono anche una serie di scene non da poco, come quella in cui il joker insegue il blindato che trasporta Harvey Dent, e il tutto è intriso di frasi da brivido e prove d'attore fantastiche. I momenti che preferisco sono proprio i dialoghi, forse un po' lunghi ma molto interessante. Ad esempio mi è piaciuto quando il Joker si definisce "un cane che abbaia alle macchine. Non saprei che farmene se le prendessi". Per me il miglior film della storia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai sono passati due anni quindi del film ricordo poco (purtroppo succede con le pellicole che non mi hanno entusiasmata) ma sicuramente l'avevo visto in lingua originale eppure Bale, che di solito adoro, non mi aveva detto nulla.
      Purtroppo l'approccio Nolaniano all'Uomo Pipistrello ha fallito, almeno con me, ma capisco che ad altri possa essere piaciuto e ne sono ben contenta :)

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...