giovedì 17 maggio 2018

Il Bollodromo #50: Lupin III - Parte 5 - Episodio 7


Dopo il filler della settimana scorsa, Lupin III- Parte 5 torna a seguire il filone della storia principale... o forse no? Vediamo cos'è successo nel settimo episodio, その名はアルベール (Sono na ha Arubeeru - Il suo nome è Albert).


All'inizio della puntata, una didascalia conferma l'inizio della seconda parte della stagione. Via Ami, dunque, via il sito Marco Polo e via tutta la sottotrama legata ad hacker e deep web. Si comincia con un misterioso funerale, al quale partecipa il tizio occhialuto che campeggia da marzo nei materiali promozionali dedicati alla serie, dopodiché Lupin incontra un vecchio amico, un abilissimo falsario di nome Gaston. I due si sono visti l'ultima volta "quando Lupin portava ancora la giacca verde" e non si sentono da 10 o 20 anni, inoltre pare che Gaston avesse aiutato il protagonista agli inizi della sua carriera, quindi se tanto mi da tanto Lupin e soci hanno 50/60 anni portati benissimo, complimenti (soprattutto a Fujiko, alla quale Karen Walker fa un baffo!)! Ma a parte questi sproloqui temporali, Gaston chiede a Lupin di rubare una cosetta dal caveau di tale Mr. B, un vecchio suCCido che il nostro riesce ad ingannare travestendosi da Fujiko a rischio di venire incaprettato; assieme al fido Jigen, il ladro gentiluomo recupera così un quadrettino realizzato dal nipote di Gaston sul quale quest'ultimo ha apposto una falsa firma di Picasso, spacciandolo così come opera del famoso artista. I due restano un po' perplessi dalla richiesta di Gaston e dal fatto che quest'ultimo avesse fatto in modo che Mr. B (noto per avere un caveau "buco nero", dove le opere d'arte vengono riposte e dimenticate per non uscire mai più) lo acquistasse e i dubbi su cosa si celi realmente dietro l'operazione aumentano quando persino la DGSE (l'agenzia di spionaggio ufficiale francese, realmente esistente) comincia a perseguitare i nostri per ottenere il quadro incriminato.


Dopo una serie di inseguimenti, depistaggi e contrattazioni, Lupin e Jigen fanno fessa la DGSE e si siedono a un tavolo appartato credo dentro al Moulin Rouge (c'è un donnino che si spoglia sul palco, vecchi poVci!) per esaminare meglio il quadro rubato, scoprendo così che all'interno si cela nientemeno che Le Carnet Noir. Oddio, il Death Note? No, meglio: l'elenco di tutte le malefatte compiute o coperte nel corso del tempo dalla polizia francese! Lupin a questo punto si chiede giustamente due cose: in primis, perché l'amico Gaston fosse in possesso di un documento tanto compromettente e, seconda cosa, perché diamine decidere di tirarlo fuori dal caveau? Un'altra bella domanda sarebbe a che pro regalargli la BIBBIA di Napoleone Bonaparte (dopo il diario e le carte, adesso anche la Bibbia!!) e chiedergli di leggerne un passo nell'eventuale giorno della sua dipartita? Tutte queste domande apparentemente senza risposta portano Jigen e Lupin a lasciare Parigi e recarsi nel paese dove abita Gaston... solo per scoprire che quest'ultimo è morto da un mese! Ah. Oh, diamine. Ehm. Davanti alla tomba dell'uomo, Lupin tira fuori la Bibbia di Napoleone... e sul dorso delle pagine spunta fuori un nome: AlbeLt. Che sarebbe Albert, ma vai a dirlo ai giapponotti e all'atavica confusione di suoni. Lupin è MOLTO irritato dalla scoperta, Jigen è all'oscuro di tutto come al solito (povero pistolero! Però in questa puntata abbiamo imparato che legge tranquillamente in francese, bravo!), io sono solo curiosa: chi è Albel... ehm... Albert? Perché ha organizzato tutto ciò? Che rapporto ha con Lupin? Ma soprattuttamente: evviva, finalmente un personaggio apparentemente gaYo che non è conciato come RuPaul e non si comporta da checca isterica!! Aspettando di vedere come e se Goemon, Fujiko e Zenigata avranno un ruolo anche in questa seconda parte... vi do appuntamento alla settimana prossima! ENJOY!


Ecco le altre puntate di Lupin III - Parte 5:

Episodio 1
Episodio 2
Episodio 3
Episodio 4
Episodio 5

8 commenti:

  1. Purtroppo con Lupin bisogna prendere con le pinze ogni riferimento temporale (o accettare che esistano tanti lupini in giro per il mondo come insegna Verde contro Rosso). Comunque per me Lupin non ha mai più venticinque-trent'anni, quindi se ci starebbe come range dato da Gaston (nel manga ruba fin da bambino).

    Per il resto è una puntata introduttiva ben realizzata, sopratutto nella cura dei dettagli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, la mia era solo una "provocazione", è che guardando l'episodio mi sono ritrovata a ridere da sola come una scema e volevo condividere la cosa :P

      Elimina
    2. Hai fatto benissimo ;)

      P.S Sono curioso di vedere cosa combinerà sto Albert (per gli amici AlbeLt) nei prossimi episodi .

      Elimina
    3. Anche detto: aRUbeRUT! XD
      Sono curiosa anche io: soprattutto, sono curiosa di comprendere se manterranno il sottesto gay, mi piacerebbe molto!

      Elimina
  2. Continuano i riferimenti a temi del passato (Napoleone, lo scaffale) quasi a non voler creare del nuovo (nell'anticipazione si vede il paesino colpito da razzi come in "tutti i tesori del mondo", oltre a un sicario weird che peggio c'è solo l'uccellaccio in "l'ultimo colpo"). Ci sono varie frasi scritte in francese e mi sembrava strano che non ci fosse errori, hanno tenuto il pezzo forte per ultimo: AlbeLt! Così come MaLco Polo, invece Lupin diventa Rupan (mai capito perchè). I giapponesi in passato se scrivevano una parola in tedesco o in italiano sbagliando una lettera ci poteva stare ma oggi con internet, turisti in ognidove e di sicuro qualche insegnante madrelingua anche a Tokyo, ecco mi viene il dubbio che lo facciano apposta come se fosse una scelta stilistica, come fosse una firma o per non ammettere l'errore di prima si continua a farne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente non capisco questi sbagli continui. Come cifra stilistica ci sta, però fa un po' ridere, come dici tu, di questi tempi. Quanto al resto, sì, questa serie è parecchio nostalgica però non mi dispiace per nulla :)

      Elimina
  3. La nuova serie di Lupin non l'ho ancora vista... Dovrei farmi una maratona per recuperare tutto. Ne sto sentendo parlare abbastanza bene, almeno rispetto la serie ambientata in Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, ci sono solo 6 episodi ce la puoi fare!!

      Elimina

Se vuoi condividere l'articolo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...